Pubblicato da: giulianolapostata | 7 febbraio 2016

La più grande sciagura dell’Umanità

Scan_20160207_091824

Gentile Prof. Galimberti,

                                        vorrei fare alcune considerazioni sulla lettera pubblicata a pag. 210 della “Repubblica delle Donne” del 17/10/15, e sulla Sua risposta.

Il senso di quel ‘Datevi pace’ secondo me non è – mi perdoni – quello che gli ha dato Lei, e va inteso in tutt’altro modo. Significa invece: ‘Mettetevela via, perché Dio esiste comunque, checché voi tutti – “buddhisti, induisti e satanisti” – possiate cianciarne, e se non lo capite e non ci credete siete, nella migliore delle ipotesi degli ignoranti e degli imbecilli, nella peggiore dei predestinati all’Inferno, e quando vi ritroverete immersi nella pece bollente coi Diavoli che vi punzecchiano il culo col forcone lo capirete e la pagherete’.

Quel ‘Datevi pace’ è l’ennesima espressione di quell’intolleranza costitutiva che è il nocciolo fondante di ogni monoteismo, e il monoteismo – soprattutto nella sua variante cristiana – è, secondo me, la più grande sciagura che si sia abbattuta sull’Umanità (assieme alla Rivoluzione Industriale: ma questo è un altro discorso).

Il monoteista può fintamente e pelosamente ‘chinarsi’ verso le altre Fedi (come fa l’attuale papa, ai cui melensi atteggiamenti nessuna persona di buon senso può credere), ma intimamente sa di possedere la ‘Verità’. Ad essa i ‘miscredenti’ dovranno prima o poi inchinarsi, con le buone o con le cattive (ah, i bei tempi dei roghi!), o se non altro, appunto, nell’al di là.

Il monoteismo ha cancellato l’Età dell’Oro del Politeismo, sostituendola con la cultura del peccato, della punizione e del ‘perdono’ (da chi e perché?!). Il monoteista guarda con superiore disprezzo al miscredente, con cui tuttavia è costretto a convivere nella speranza, un giorno, di poter appunto ristabilire (magari su una montagna di cadaveri, come hanno fatto per tutta la loro Storia) quella Verità assoluta che egli possiede e che sa essere l’unica. Non è un caso che l’autore della lettera l’abbia sì firmata, ma abbia chiesto – così mi pare di poter supporre – che il proprio nome non venga pubblicato.

Sia chiaro: non invoco affatto l’ateismo, magari di Stato (tra parentesi, mi ritengo una persona religiosa), ma il rispetto e la libertà.

Con stima, un cordiale saluto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: