Pubblicato da: giulianolapostata | 2 agosto 2014

Ah, se Andrea Palladio avesse conosciuto il Vicesindaco di Vicenza …

Dovevamo aspettarcelo: è il nuovo che avanza, e non c’è niente da fare. Non vorremo mica opporci al Progresso, no?!

Del resto, chiare avvisaglie le avevamo già avute mesi fa (http://www.nuovavicenza.it/2014/01/cara-emma-dante-non-valorizzarlo-troppo-lolimpico/), quando Bulgarini d’Elci cominciò a parlare della necessità di “valorizzare” il Teatro Olimpico. Già allora scrissi quanto questa parola mi faccia venire i brividi. Che volete, sarò limitato, ma secondo me quando una cosa è bella è bella, e non si può farla più bella. E l’Olimpico è così ‘perfetto’ in sé che nulla può renderlo migliore di come è stato fatto e, soprattutto, del fine per cui è stato costruito. Forse se a suo tempo Andrea Palladio e l’Accademia Olimpica avessero potuto avere il Vicesindaco come Consigliere Artistico, magari si sarebbe potuto far meglio, ma ormai è andata così, e ci dobbiamo accontentare.

E invece no. Nei mesi scorsi il Bulgarini deve aver riflettuto, per dar corpo ai suoi sogni di ‘Vicenza Capitale’, ed ora finalmente sappiamo cosa ci riserva il futuro. Via tutto il vecchiume che ci ha annoiato per secoli, basta con l’Edipo Re, basta con quelle lagne della Tragedia Greca. Venghino venghino, Siore e Siori: più gente entra più bestie si vedono! Sì: all’Olimpico faremo il POP!

Pensate: il pop. Le splendide scene dello Scamozzi diverranno “location mozzafiato” (io, quando sento la parola ‘location’, la mano corre alla pistola …) in cui “produrre video”, “live acustici”, “concerti per pochi intimi”. Aria nuova, musica nuova, insomma.

Un’idea su ciò che dovremo aspettarci l’abbiamo avuta proprio in questi giorni, quando un altro campione della cultura piddina in Italia, il Sindaco di Roma Ignazio Marino, ha prostituito uno dei luoghi sacri della Romanità al rock dei Rolling Stones (con tutto il rispetto …). Risultato: il Circo Massimo trasformato in un osceno immondezzaio, con tonnellate di spazzatura da rimuovere, con non si sa quali spese: ma volete mettere “il ritorno d’immagine” (ancora la mano corre …)?!

Lo avremo anche noi, dunque, il nostro ritorno d’immagine, e poco importerà se in cambio capiterà che i gradoni vengano danneggiati da spettatori assatanati e scatenati (i rochettari, sempre con tutto il rispetto, non sono proprio delle suorine in pellegrinaggio al santuario); poco importerà se spostando le attrezzature qualche scultura dello Scamozzi verrà danneggiata: una bottina di stucco e tutto torna come nuovo; poco importerà se un corto circuito degli enormi apparati elettrici che servono in quelle manifestazioni innescherà un incendio in una struttura completamente lignea, da sempre ‘incubo’ dei Vigili del Fuoco e dei fabbricanti di impianti antiincendio. Chi se ne frega: volete mettere il ritorno?

Questo è il nuovo di Renzie e dei suoi uomini. Di Orsoni, troppo impegnato altrimenti per accorgersi delle grandi navi che in questi anni hanno massacrato la Laguna; di Dario Franceschini, Ministro dei Beni Culturali, cercato spasmodicamente dalla redazione di “Chi l’ha visto?” mentre Pompei continua a sbriciolarsi. Eccetera.

Se questo fosse un Paese civile, se il PD non fosse il “Partito della Nazione”, direi: vergogna. Stando così le cose, dico solo: ‘Ricordève: el novo vansa, ma dòpo el va de male’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: