Pubblicato da: giulianolapostata | 6 febbraio 2014

“LA CRISI IN ITALIA E’ FINITA”, dice Pagliaccetta

 

L’estate scorsa un agriturismo in Provincia di Vicenza, dopo aver ritardato per mesi il pagamento degli stipendi, un bel giorno chiude e mette in strada tutti i dipendenti. Motivazione della chiusura: ‘Cazzi nostri’. Piano di recupero degli stipendi arretrati (decine di migliaia di euro): ‘Non vorrete mica che lavori per il resto della mia vita per pagare voi’.

Tra i dipendenti c’è una madre di quattro figli. Mi dispiace: lo so che detta così suona molto deamicisiano, ma il fatto resta. Sono quattro figli: due maggiorenni, disoccupati, due minorenni, studenti.

La suddetta madre comincia a sbattersi, da un sanvincenzo ad una crocerossa, da una suora ad un assessorato. Qualche volta porta a casa una sporta di spesa, qualche volta niente. Il giorno di Natale, per pranzo mette in tavola dei panini. Gli amici e i conoscenti la aiutano come possono, ma non tira aria buona per nessuno, di questi tempi. Nel frattempo dimagrisce di tredici chili: tutta salute, direte voi. Eh già.

Un’idea di soluzione lei l’avrebbe anche trovata: ‘Uno di questi giorni – dice agli amici – mi butto dalla finestra, così almeno qualcuno ai miei figli dovrà pensare’. Secondo me è troppo ottimista.

Nel frattempo decide di rivolgersi agli Assistenti Sociali del suo Comune, e mal glie ne incoglie. Si trova davanti ad una giuria di esaminatori severi ed occhiuti, che la rivoltano come un calzino: mai fidarsi dei poveracci, non hanno mai voglia di fare un cazzo.

Le rimproverano un ISEE alto nel 2012. ‘Ma in quell’anno ho lavorato, l’anno dopo no!’, tenta di ‘giustificarsi’ la donna. Sarà, ma dura lex sed lex. Dunque niente. La madre continua i suoi miserevoli sbattimenti da un campanello all’altro, ma un giorno, mentre è seduta ad un bar con un’amica, che le ha offerto un caffè, viene vista dall’assistente sociale di cui sopra, la quale si alza, la raggiunge e la interpella così: ‘Se puoi permetterti di andare al bar al bere un caffè, vuol dire che non hai bisogno di aiuti’. Mi par giusto, no?

Qualche considerazione finale. Primo. Se per caso l’assistente di cui sopra dovesse riconoscersi in queste righe, si vergogni di stare al mondo. Cambi mestiere: in questo momento l’Italia è piena di fossi da spurgare. Secondo. Il nostro beneamato leader Pagliaccetta, su ordine delle banche che l’hanno messo lì, ha appena detto che “in Italia la crisi è finita”: e allora, che vuole questa pezzente? Terzo. Uno studio di pochi giorni fa ci informa che il 10% delle famiglie italiane detiene il 46% della ricchezza nazionale.

Ma questo Pippo non lo sa, e la madre di cui sopra – ahilei – si trova nel 90% restante. Come ha detto il suo ex datore di lavoro, ‘cazzi suoi’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: