Pubblicato da: giulianolapostata | 12 giugno 2013

Due giovanissimi muoiono nella schianto di una Ferrari in Provincia di Vicenza

Esistono gli Dei? Sì, esistono, e dall’alto dell’Olimpo guardano con benevolenza, ma spesso con indifferenza, i giovani pazzi, incoscienti e bellissimi che ogni giorno sfidano la morte sulle loro moto e sulle loro automobili.

Più che sfidarla, la irridono: a me non può capitare niente, io sono Immortale. Come gli Dei.

Avevo vent’anni,  e in un pomeriggio di pioggia, tanto tempo fa, correvo in moto sulla Riviera Berica, dove ancora in qualche tratto spuntavano le rotaie della vecchia ferrovia locale. Seduta dietro di me c’era una ragazza, alla quale dovevo dimostrare con la follia la mia virilità, e in una curva sentii la ruota posteriore sobbalzare impercettibilmente sulla rotaia bagnata. Ricordo di aver pensato, in un lampo: ecco, ora cado, ci ammazziamo tutti e due. Lo pensai serenamente, con indifferenza. Non riguardava me, riguardava un altro, chissà, in un’altra dimensione. Non so come mai sono ancora vivo.

Non si può spiegare, l’onnipotenza dei vent’anni: chi l’ha provata mi capirà. E nemmeno si può correggerla, reprimerla, condannarla. Siamo fatti così. Un proverbio popolare dice: ‘Se i giovani sapessero, se i vecchi potessero’. Solo possiamo, dopo, provare un immenso dolore, e una profondissima pietà.

Perché a volte capita che gli Dei siano ingiusti, o distratti, o addirittura maligni, e chissà cosa stavano pensando, la settimana scorsa, quando quella Ferrari è volata oltre il ponte di Sant’Agostino, spezzandosi contro una casa, cancellando due vite.

Penso a quei due giovanissimi ragazzi, ai rimproveri inutili, alle recriminazioni assurde, al dolore, al rimpianto, all’assenza.

Li penso, e li piango come figli, come mio padre avrebbe pianto me.

Terra sit vobis levis.

Annunci

Responses

  1. Garo Giuliano sono Simone come sempre il tuo punto di vista fa riflettere e mi intaressa come un uomo saggio come te sa trasmettere .Condivido in pieno ciao

    • Carissimo Simone, che piacere ritrovarti qui! Grazie mille per la tua stima. Ho avuto qualche notizia su di te, e sembra che le cose vadano un po’ meglio: ne sono davvero felice. Non ti ho dimenticato, e spero che la sera del mio compleanno sarai ancora dei nostri per una serata semplice in amicizia. Fatti vivo!

  2. Caro Giuliano, gli dèi mai esistettero, come Babbo Natale. Nella vicenda che riferisci esiste invece un giovane colpevole della morte di un suo compagno. Lacrime per entrambi, va bene, ma pensieri differenti. Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: