Pubblicato da: giulianolapostata | 14 dicembre 2011

Pietà l’è morta

Dal primo dicembre ho iniziato a collaborare come opinionista con “La Nuova Vicenza” (http://www.nuovavicenza.it/), il nuovo settimanale on line diretto da Alessio Mannino, che molti di voi già conosceranno per aver letto le sue sempre ottime analisi nel suo blog (http://alessiomannino.blogspot.com/). Questo pezzo è uscito nel primo numero (http://www.nuovavicenza.it/2011/12/accattoni-e-nomadi-raus/).

Che Destra e Sinistra siano ormai concetti morti, svuotati di ogni significato intrinseco, morale prima che ideologico, spesso mi appare come un dato di fatto. E tale convinzione non deriva da una visione della politica e del mondo qualunquistica e plebea, quanto dai comportamenti di chi in quegli schieramenti milita. Si vedano, per esempio, alcuni recentissimi provvedimenti della nostra Amministrazione. La settimana scorsa, all’unanimità (!), il Consiglio Comunale di Vicenza ha approvato il nuovo Regolamento di Polizia Urbana, nel quale è stata definitivamente inserita una norma che vieta l’accattonaggio in tutto il territorio comunale. Così ha stabilito la Giunta di Achille Variati, eletto qualche anno fa con un’ampia maggioranza di CentroSinistra. L’Obama de noantri, lo chiamavano: li me’ cojoni, come direbbero a Roma. Negli stessi giorni, l’Assessore alla Famiglia Giovanni Giuliari ha annunciato per Natale le norme che sanciranno il ‘temporaneo’ dislocamento di trentacinque famiglie di nomadi, attualmente stanziate in via Cricoli, in un altro terreno di proprietà comunale in via Zamenhof. Giuliari, a sua volta, è esponente di VicenzaCapoluogo, lista civica di CentroSinistra. Tra parentesi, è anche Assessore alla Pace, e a tutt’ora il suo maggior successo è l’avvenuto insediamento in città di una delle più grandi basi militari americane in Europa. Qual è dunque la ‘colpa’ degli accattoni, tale che debbano essere cacciati dalla città? Quella di essere poveri. Oggi la povertà non è più quella condizione estrema ma intrisa di dignità che così mirabilmente hanno raccontato Mario Rigoni Stern ed Ermanno Olmi. In questo modello socioeconomico, essa è una vergogna, una lebbra, appunto una colpa, che dev’essere accuratamente occultata. Si può essere tutto, oggi: ladri, delinquenti, corrotti e corruttori, pubblici puttanieri. Ma poveri no. E la colpa dei nomadi qual è, invece? Appunto, quella di rifiutare cocciutamente l’omologazione ad una società che riconosce come unici valori la ricchezza, l’accumulo di beni, il possesso. Eredi di una cultura antichissima, ultimi epigoni di quelle tribù di ‘raccoglitori’ che nel Paleolitico scorrevano le pianure africane ed europee senza portare nulla con sé, nutrendosi solo di ciò che offriva loro la Natura,  i nomadi se ne fregano dei nostri Valori, e per questo vanno ‘puniti’, messi in riserva, anzi cacciati continuamente da una riserva all’altra. Sappiamo com’è andata agli Indiani, nelle riserve. Tra parentesi, il fatto che moltissimi di loro siano cittadini italiani pare non contare nulla: non si adeguano, non vogliono fare un mutuo in banca per comprarsi l’appartamentino: e dunque via, rauss. Penso di non tradire le mie ben note posizioni anticlericali ed anticattoliche dicendo che, a praticare la ‘pietà’, cioè il rispetto per i più deboli, è rimasta solo la Chiesa. Chissà se i preti sono di destra o di sinistra. Comunque si può fare di meglio. Sempre negli stessi giorni, il governo parafascista dell’ungherese Viktor Orban ha promulgato una legge che condanna barboni, ‘zingari’ (odiatissimi in Ungheria e nella vicina Romania) e senza casa ad una multa di 500€, che ovviamente nessuno potrà pagare, o alla prigione. Attendiamo una legge successiva che li obblighi al lavoro coatto in qualche Arbeitslager: Arbeit – si sa – macht frei.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: