Pubblicato da: giulianolapostata | 15 ottobre 2011

“Tranquilli: non vi vogliamo neanche noi”

La novità – Giornale di Vicenza del 14/10/11 – è che quest’anno la Caserma Ederle di Vicenza non aprirà come gli altri anni i cancelli alla popolazione durante la festa di Halloween. Interessanti le motivazioni. “Gli Italiani non comprendono lo spirito della nostra tradizione, le fraintendono, e ne approfittano per abbuffarsi”. Eccoli lì, sempre gli stessi plebei morti di fame, come gli sciuscià che a Napoli chiedevano sigarette e cioccolata ai soldati americani. E ignoranti, poi, tanto che una mamma – USA, s’intende – propone di “distribuire dei volantini in italiano spiegando come si festeggia”. Un’altra – alla faccia della micragna – ha tenuto perfino gli scontrini: “L’anno scorso abbiamo speso più di 70$ in dolcetti”. Insomma, il problema è che “gli Italiani fanno quello che vogliono”. Non si sa se ridere o piangere, di fronte a tanta ineffabile arroganza, e ci piacerebbe sapere, solo per fare un esempio, quali e quanto profonde conoscenze storico-antropologiche possieda, quella signora che ci dà degli ignoranti. Magari qualcuno di noi qualcosa da insegnarle ce l’avrebbe. Ma soprattutto, ci piacerebbe sapere se la signora medesima sappia dove si trova: in una delle più grandi basi americane d’Europa. E se abbia una vaga idea del perché si trova lì: perché ‘gli Americani fanno quello che vogliono’, a Vicenza, in Europa, nel resto del mondo. E da quelle casette felici, di fronte alle quali tra qualche giorno brilleranno le zucche gialle di Halloween, partono quotidianamente i mercenari delegati ad imporre l’ordine dell’Impero Americano nei continenti. Dovremmo farli noi, i volantini, cara signora. Noi vicentini, intanto, per spiegarvi che neanche noi vi vogliamo a casa nostra; che non vogliamo – ma meglio sarebbe dire ‘non avremmo voluto’ – che un altro pezzo del nostro territorio venisse devastato e inquinato da nuovi edifici di guerra e di morte. Ci avevamo provato, ma abbiamo fallito: perché voi il potere di chiuderci fuori da casa vostra ce l’avete, mentre noi il potere di cacciarvi da casa nostra non ce l’abbiamo più, se mai l’abbiamo avuto. Dovremmo farli noi, popoli della Terra, i volantini, per dire che non vi vogliamo più, che non vi abbiamo mai voluto, che non vogliamo la vostra ‘democrazia’, la vostra ‘pace’, la vostra ‘libertà’ e nemmeno – mi consenta, signora – nemmeno la vostra cultura, per lo meno quand’essa diventa, come spessissimo accade, una tempesta spietata e violenta che uccide e spazza via – essa sì – tradizioni e culture millenarie . Pensi che bello, signora: ognuno a casa sua, noi qui a mangiarci il baccalà, lei nel lontano West a mangiarsi le sue caramelle. Non le viene già voglia di tornarsene al paesello? Ci pensi, cara signora, ci pensi: per lei noi apriremmo tutti i cancelli.

 

Annunci

Responses

  1. L’altra campana (così come mi è stata raccontata da mia sorella, andata con la sua bambina ad una delle feste di Halloween degli scorsi anni): c’è davvero chi si abbuffa, svuotando le ciotole piene di dolcetti che pazienti famiglie statunitensi (e basta chiamarli americani! non hanno mica l’esclusiva su un continente!) hanno predisposto per accogliere i bambini che bussano alla loro porta. E tra questi sicuramente ci sono degli italiani, colpevoli ma soprattutto vittime dell’incapacità dei loro genitori di tenerne a bada gli istinti accumulatori. In primis, però, sono gli stessi statunitensi che svuotano le ciotole (e le tasche) dei loro compatrioti: fino allo scorso anno, la prassi voleva che gli italiani fossero ammessi solo dopo una certa ora, quando ormai le prime orde erano passate, con il loro effetto di cavallette in costume…

  2. Ed ora la campana ufficiale:
    “Halloween is coming to Villaggio October 31. Carnival activities will begin at 3:30 p.m. and Trick or Treating for EVERYONE will begin at 6 p.m. Donations for candy are being accepted at the Youth Center in Villaggio until October 21. Everybody deserves a sweet treat so please help. Call 634-5087 for further information.”
    Parrebbe quindi che l’informazione del GdV sia contraddetta da questo comunicato americano…

  3. Giuliano, come mai questo stesso articolo compare su VicenzaPiù (http://www.vicenzapiu.com/leggi/tranquilli-non-vi-vogliamo-neanche-noi) a firma di tale Pietro Troncon, pubblicato il 16 ottobre? Plagio, o PT è un tuo pseudonimo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: