Pubblicato da: giulianolapostata | 25 giugno 2011

Martiri e cialtroni

 

 Il 5 maggio 1981, dopo 66 giorni di sciopero della fame – una lunga e devastante agonia – Bobby Sands moriva nelle carceri inglesi.Marco Pannella – qui ritratto mentre beve la propria orina durante uno dei suoi innumerevoli scioperi della sete – ne ha totalizzati a tutt’oggi 67 (Repubblica del 24/6/11), uno in più, e tuttavia, arzillo e pimpante, registra video, parla al telefono, disquisisce coi medici della propria salute, interloquisce amabilmente col Presidente della Repubblica, se ne svolazza di là dal mare ad organizzare congressi, riempie di sé, come al solito, le pagine dei giornali e i coglioni degli Italiani. Nessuna causa, neppure quella nobilissima dell’amnistia per cui dice di battersi, giustifica una simile arroganza ed una simile cialtroneria.

Se non altro, per favore, un po’ di rispetto per i morti.

 
 
 
Annunci

Responses

  1. Un po’ di comprensione, via, per il prossimo senatore a vita e l’Alto Colle che l’insignirà del nobile laticlavio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: