Pubblicato da: giulianolapostata | 5 settembre 2010

Figli della Lupa

I problemi della scuola non sono le classi di 35 alunni, in cui la qualità dell’insegnamento si ridurrà ad una barzelletta, e ragazzi in difficoltà, handicappati e stranieri potranno andare a ****** perché nessuno potrà più badargli.

Non è nemmeno il tempo pieno, che Miss Riforma Epocale dice che è aumentato e chi lavora nella scuola invece dice che è sparito, e uno dei due dev’essersi fumato qualcosa di speciale.

Non sono nemmeno le scuole in cui dal 1965, data dell’inaugurazione, non viene più comprato un solo arredo, e mancano duecento sedie, e i ragazzi devono portarsi la cadrega – rigorosamente padana – da casa, come durante la guerra il ciocco per far andare la stufa.

Niente di tutto questo.

Il problema è che adesso a scuola bisogna andarci tutti vestiti uguali, ognuno con la sua bella divisetta (comprata dalla famiglia, naturalmente), allineati e coperti, come in Cina, come in Nord Corea, come in Iran.

E naturalmente, indovinate un po’ quale scuola padana si è dimostrata più sensibile a queste nuove istanze didattiche? Ma naturalmente quella di Montecchio M. (VI). Ve lo ricordate Montecchio, vero? È quel ridente paesino del vicentino che in primavera mise a pane e acqua i ragazzi più poveri che non avevano pagato la mensa. Ora la Dirigente della scuola ha voluto cavalcare anche questa nuova battaglia di civiltà, ed anzi ha già avvertito che contro quegli studenti che non indosseranno la felpa d’ordinanza “il Consiglio di Classe prenderà provvedimenti” (GdV, 4/9/10).

Che poi questa bella pensata sia stata adottata in una scuola intitolata ad Anna Frank, una che di divise nella sua breve vita ne ha viste anche troppe, fa correre qualche brividino lungo la schiena: speriamo almeno che le felpe non siano di colore bruno.

Poscritto. Siccome siamo sì in Padania, lontani da Roma Ladrona, ma pur sempre in Italia, pare che non siano del tutto chiare le ragioni per cui dette felpe si potranno comprare in un certo negozio piuttosto che in altri, e che le spiegazioni della suddetta Dirigente in merito non abbiano convinto proprio tutti. Ma che importa: basta che a venderle non sia qualche vucumprà marocchino in giro per le strade di Montecchio, e per il resto siamo a posto.

Aridatece Giovanni Gentile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: