Pubblicato da: giulianolapostata | 20 agosto 2010

“A mezzanotte va/la ronda del piacere”

Beh, si sa: non tutti possono essere immarcescibili difensori della purezza padana, come l’Assessore leghista alla Sicurezza di Arzignano (VI) che ha scatenato le sue truppe contro i kebab, o il Sindaco leghista di Montecchio M. (VI) che vuole togliere la cittadinanza agli immigrati che fanno le puzze.

Così, un altro Assessore alla Sicurezza, quello di Barbarano (VI), leghista anche lui ma evidentemente più furbo degli altri, deve essersi detto: ‘Va bene: gli immigrati saranno anche la peste della Padania, Gentilini avrà anche detto di sparargli come ai lievori, a Poleo propongono di bruciarli negli inceneritori … però, intanto che ci sono, perché non ci ingegnamo a guadagnarci su un po’ di soldini esentasse?’ Detto fatto. Sembra infatti (sembra, eh? Perché lo sapete: ognuno è innocente fino al giudizio …) che Alessandro Costa, Assessore alla Sicurezza di Barbarano (e un lungo e virile passato in varie divise: Guardaboschi, Polizia Provinciale, Polizia Comunale di Caltrano, attualmente Vigile Urbano a Noventa. Insomma: quel che si dice una persona affidabile), Segretario della locale sezione della Lega Nord e Consigliere Comunale, si sia messo in piedi un giretto niente male di prostituzione on line, con tanto di siti all’estero, prestanome per coprire le porcherie eccetera.

Pare (pare, eh? …) che il Costa procacciasse le prostitute (una volta non si diceva magnaccia?), le mettesse in contatto coi clienti (una volta non si diceva ruffiano?) e proponesse pure per gli annunci tariffe davvero convenienti rispetto alla concorrenza: un vero e proprio genio per gli affari. Naturalmente il Costa, ben addestrato da quelli più in alto di lui, ha subito protestato: ‘Sono stato frainteso: le foto nel mio computer sono dovute alla mia passione per il nudo artistico’, ma i Carabinieri, ottusamente, si rifiutano di credergli. Bisognerà proprio aspettare il giudizio. Magari allora sapremo anche se quelli che il GdV del 19/8/10 chiama pudicamente “sex toys” (vulgo: c***i di gomma) e che sono stati trovati nella sua Porsche Cayenne (se lo sapevo che rendeva così bene andavo anch’io a fare il vigile) sono materiale sequestrato durante la sua attività di responsabile della sicurezza o attrezzi del mestiere.

Un vero peccato, comunque, non solo per il Costa, ovviamente, ma anche per Roberto Boaria, Sindaco (leghista) di Barbarano, il quale, proprio pochi giorni prima (GdV del 15/7/10), aveva ipotizzato l’istituzione delle mitiche ronde padane per risolvere il problema della sicurezza. Bisogna dire che sarebbe stato esilarante vedere, la sera, il Costa togliersi pirandellianamente il cappello del lenone per indossare quello del rondista: ma nel paese del Papi ne abbiamo viste di peggio.

A proposito di ronde, forse non tutti sanno che la primavera scorsa in una città della Padania (?) si è aperta una Scuola per Ronde. All’inaugurazione erano presenti il Questore e il Prefetto, un Colonnello della Guardia di Finanza, un Colonnello della Guardia Forestale e il Comandante della locale Stazione di Carabinieri.

Premesso che di sicuro io non ci manderei mai mia figlia – piuttosto la mando ad una scuola di addestramento per pastori tedeschi, così almeno impara a comportarsi bene a tavola – devo confessare che sono stato molto curioso di sapere come verrà strutturata e quali saranno i suoi contenuti didattici. Da un amico che è riuscito ad infiltrarsi nello staff (quando è entrato ha detto: “Scusate se ho arrivato tardi”, e l’hanno subito preso per il figlio di Bossi) sono riuscito ad avere il programma dei Seminari del primo anno di corso. Leggetelo attentamente, e se vi pare di possedere qualcuna di queste competenze e siete disoccupati, con l’aria che tira potrebbe essere un’occasione niente male.

1) Dal Nodo Gordiano al nodo scorsoio: usi della corda attraverso i secoli.

2) Miele, pece o catrame? Proprietà organolettiche e resa pratica delle più comuni sostanze utili all’impiumatura.

3) Il linciaggio in breve, dall’inseguimento coi cani alle croci di fuoco. 4) Studi sull’isocronia del pendolo applicata ai corpi appesi.

5) Arredo urbano e differenze razziali: come armonizzare il colore della pelle dell’appeso col fogliame dell’albero.

6) La caccia all’immigrato: tecniche. a) l’immigrato ‘al naturale’; b) l’immigrato travestito da lepre (Relatore: Prof. Giancarlo Gentilini).

7) Il rogo nella storia d’Europa.

8) Il palo nella tradizione popolare, dall’Albero del Maggio al pilone della luce al segnale stradale: funzionalità ed usi.

9) Nozioni elementari di linguistica razziale: i richiami. Da ‘negro di merda’ a ‘sporco rumeno’.

10) La Costituzione Italiana: nuove prospettive. Da manuale di barzellette a carta da imballaggio per formaggi e salumi.

“Rondaaa/su rondaaa …”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: